PITTart - Pitture e artisti in mostra permanente
Pitture e artisti in mostra permanente


 Home pageHome Page     Notizie d'ArteNotizie Arte     Calendario d'arte - CalendARTECalendario d'Arte - CalendArte    Tutte le iscrizioni a PITTart.comTutte le iscrizioni     Richiedi il tuo sito WebMio Sito Web    L'angolo del critico d'arteL'angolo del critico d'Arte    Incontri con l'arte - interviste agli artistiIncontri con l'Arte    Artisti sezione interattivaArtisti

ROMA la città d'arte eterna

Roma città d'arte per eccellenza. Storia, monumenti, piazze e luoghi d'arte in mostra permanente






Firenze   Pisa   Pompei   Roma   San Gimignano   Siena   Venezia

Roma città eterna

Italia - Lazio - Roma Ubicazione geografica di
Roma
la città eterna
La città di Roma ha circa 2.800.000 abitanti, è capitale d'Italia
e si trova al centro dell'Italia, nella regione Lazio.

Visita virtuale Colosseo        Visita virtuale in 3d della Cappella Sistina
Video su Roma e San Pietro in Vaticano      Musei e Pinacoteche a Roma
Mappa Roma       Stradario d'Italia       Carte geografiche di ogni provincia

ROMA - STORIA
Fondata nel 753 a.C. secondo la leggenda da Romolo, con il sangue del fratello Remo, e successivamente dominata dagli altrettanto leggendari Sette Re, la Roma dell'antichità era probabilmente poco più di un villaggio rurale, arricchito di capanne e costruzioni in legno, le cui tracce sono state ritrovate sul colle Palatino. La grande Roma comincia a prendere forma dopo la conquista della Grecia (tra i 335 e il 146 a.C.) che esercita una fortissima influenza sulla cultura e sulla civiltà romana, diventando presto sede dell'Impero dei Cesari che si estende a La Lupa simbolo di Romatutto il mondo allora conosciuto. Dopo l'incendio del '64 d.C., attribuito a Nerone, nasce la Roma a forma di stella (sideris) e la città viene adeguatamente protetta - il nome non bastava da solo ad incutere rispetto - con le possenti mura Aureliane. E' la Roma dei Fori e delle terme pubbliche, dei campidogli e degli anfiteatri, degli archi e degli obelischi che ancora oggi si possono ammirare nel loro splendore. Nel 320 d.C con l'Editto di Costantino la città pagana diventa cristiana, ma si avvierà ad una decadenza che culmina nel 476 d.C con la caduta dell'impero d'Occidente. Roma subisce invasioni di popoli barbari che la saccheggiano e distruggono gran parte dei monumenti. Inizia il potere temporale della Chiesa, che durerà fino all'Ottocento con lo la parentesi del trasferimento del Papato ad Avignone (1300-1377). I pontefici sono tra i protagonisti del Rinascimento, incoraggiano l'arte e commissionano splendide realizzazioni a geni come Michelangelo (La Cappella Sistina), il Bernini (il colonnato e la basilica di San Pietro), il Bramante, il Borromino. Le lotte del Risorgimento porteranno al declino del potere temporale dei papi, ma Roma diventa la capitale dell'Italia Unita nel 1870.
Roma - Fori Imperiali
L'area archeologica forse più importante e meglio conservata del mondo.  Il Foro Romano è situato lungo la Via Sacra, dall'arco di Settimio Severo all'arco di Tito. Oltre ai resti delle basiliche, dei templi, dei santuari e degli edifici pubblici si possono osservare il Lapis Niger (forse la Tomba di Romolo?), L'Umbilicus Urbis (antico centro di Roma) e la Regia, sedeFori Imperiali a Roma ufficiale del re e delle cose sacre. I ruderi degli altri fori, realizzati dagli imperatori Cesare (46 a.C.), Augusto (41 a.C.), Nerva (97 d.C.) e Traiano (113 d.C.) sono visibili dalla via dei Fori Imperiali che li attraversa e, in parte, li ha coperti. I Mercati Traianei fanno da cornice al Foro omonimo da cui si può ammirare la colonna sulla quale sono realizzati, a spirale, i bassorilievi che celebrano le campagne di Dacia.
Roma - Fontana di Trevi
Forse il monumento più noto di Roma dopo il Colosseo, celebrato dal bagno di Anita Ekberg nella "Dolce Vita" di Fellini, tappa obbligata per turisti di tutto il mondo. E' stato recentemente sottoposto ad un restauro che ha ridato tutto lo Fontana di Trevi a Romasplendore originario ai marmi finemente scolpiti di questa gigantesca fontana. Nicola Salvi la realizzò nel 1762 sfruttando l'acquedotto dell' "acqua virgo" risalente al 19 a.C. , che proveniva da fonti sui Colli Albani e attraverso una condotta sotterranea raggiungeva il Pincio e le caratteristiche arcate.
Roma - Colosseo
Probabilmente il simbolo universalmente riconoscibile della città. L'anfiteatro Flavio, dove si svolgevano i giochi del gladiatori, venne fatto costruire dall'imperatore nel luogo dove sorgeva un lago appartenente alla residenza di Nerone, la vicina Domus Aurea. Completato in soli 33 mesi, aveva un ultimo piano interamente realizzato in legno, che venne distrutto da un incendio nel 217 a.C. Nel 1542, sotto il dominio papale venne declassato a cava di pietra che fornì il travertino per laIl Colosseo di Roma costruzione di palazzo Venezia, palazzo Farnese e della cancelleria. Le statue e le colonne che ne adornavano l'interno impreziosirono le ville delle famiglie nobili romane. Ogni piano è sorretto da un ordine di colonne i cui capitelli sono di stile differente a ogni livello: dorico, corinzio, ionico. La sommità era coperta da un velario che proteggeva gli spettatori dalla pioggia. Poco distanti, l'arco di Costantino e la fontana della Meta Sudantis (dove i combattenti sostavano per rinfrescarsi) e i resti del tempio di Venere completano uno scenario davvero unico.
Roma - Campidoglio
Oggi sede del Comune, da sempre luogo di potere anche religioso, posto sulla sommità del colle omonimo. Il tempio era dedicato alla triade composta da Giove, Giunone e Minerva e Il Campidoglio di Romain una sua parete il "praetor maximus" conficcava un chiodo a scopo di cronologia dando il nome al consolato. Vi si trovano le statue dei gemelli divini, Castore e Polluce, figli di Zeus, una fontana dedicata a Minerva e vi hanno sede i musei capitolini Al centro della piazza, realizzata da Michelangelo, la famosa statua equestre dell'imperatore Marco Aurelio.
Roma - Terme di Caracalla
Roma - Terme di CaracallaQueste rovine ancora grandiose documentano i fasti dell'era imperiale e il complicato rito delle terme, tra calidarium, tepidarium e frigidarium. Nella zona è stata creata, all'inizio del '900, l'area archeologica che dalle mura Aureliane arriva nel cuore di Roma.
Roma - Arco di Costantino
Questo monumento segna il limite fra il Foro Romano e la zona del Colosseo. Fu eretto nel 315 d.C. in ricordo della vittoria di Costantino contro Massenzio. E' il più grande dei Roma - Arco di Costantino tre archi trionfali di Roma. E' alto 25 metri e la luce massima del fornice centrale è 6,5 metri. Fu costruito in un momento in cui Roma iniziava la sua decadenza a favore di Costantinopoli, per questo motivo la ricchezza della città si era molto ridimensionata, l'attività edilizia era praticamente scomparsa, e lo stesso materiale utilizzato per la costruzione dell'arco era stato prelevato da altri monumenti. Così nella sua composizione furono utilizzate anche statue e decorazioni originariamente poste altrove.
Roma - Foro romano
Il foro è stato per la civiltà romana il punto di aggregazione per eccellenza: Il mercato, il tribunale, i più importanti edifici religiosi si trovavano al suo interno. Ogni epoca ebbe il suo foro, il Foro Romano fu costruito nell'età repubblicana di Roma, ma fu poi ampliato in età imperiale. La zona è piuttosto ampia e la ricchezza di materiale può stupire il visitatore cheForo Romano potrà ammirare moltissimi monumenti, fra cui: l'Arco di Tito, costruito in onore della conquista romana di Gerusalemme avvenuta nel 70 d. C.; la Basilica di Massenzio, accattivante esempio dell'ingegneria romana applicata alla costruzione di volte a botte di grandissima luce; Il Tempio di Antonio e Faustina del II secolo d.C., che l'Imperatore Antonio Pio eresse in onore di sua moglie; la Casa e Il Tempio Vestali, dove le queste tenevano sempre acceso il fuoco sacro di Roma; l'Arco di Settimio Severo costruito in un momento di decadenza dell'arte romana; la Via Sacra, che arriva fino al Colle Capitolino, era percorsa dall'esercito al ritorno da una campagna vittoriosa.
Roma - Pantheon
Il Pantheon è uno dei monumenti più grandi, maestosi e meglio conservati dell'antica Roma. La costruzione attuale che risale all'anno  80 d.C., fu voluta da Adriano e si erge sulle rovine del precedente tempio, eretto da Agrippa nel 27 a.C. Nel 609, il Papa Bonifacio IV cambiò il tempio pagano in chiesa cristiana. Roma - Pantheon L'alto grado di conservazione è dovuto proprio a questa trasformazione.  Entrati all'interno si scopre il motivo che ha reso questo monumento famoso nel mondo, esempio assoluto di maestria architettonica e costruttiva: l'immensa cupola, simbolo della volta celeste. In alto si può ammirare l'apertura dalla quale penetra il fascio di luce che costituisce l'unica fonte luminosa del Tempio, simbolo della luce eterna che illumina l'uomo, e del tempo che scorre.  Alta 43 metri è paragonabile alla cupola di San Pietro, se non fosse per il fatto che è stata costruita più di mille anni prima. Di notevole importanza sono le tombe dei personaggi famosi della storia e dell'arte che si trovano all'interno, fra le altre la tomba di Raffaello Sanzio.
Roma - Piazza Barberini
Celebre piazza di Roma, è situata vicina alla famosa Via Veneto, la via della Roma - Piazza BarberiniDolce Vita. Al centro della piazza è possibile ammirare la Fontana del Tritone opera del Bernini realizzata nel 1643; nella vicina via delle Quattro Fontane si trova il Palazzo Barberini esempio dell'architettura barocca romana alla cui costruzione collaborarono il Maderno, Bernini e Borromini. Nel palazzo è ospitata la Galleria nazionale di arte antica, nella quale vi sono raccolte opere di rilevante valore artistico.
Roma - Piazza Navona
Roma - Piazza NavonaAnticamente era uno stadio, fatto costruire da  Diocleziano, in cui si svolgevano addirittura battaglie navali (le cosiddette Naumachie). Al centro di questo luogo caratteristico, circondato da accoglienti caffé con tavolini all'aperto e spesso affollato di artisti all'opera, si trova la Fontana dei Fiumi realizzata nel 1651 dal Bernini: Gange, Danubio, Rio della Plata e Nilo sono rappresentati da figure umane, questo ultimo con la testa nascosta da un drappo perché a quel tempo non se ne conoscevano le sorgenti.

Roma - Piazza Esedra (o della Repubblica)
Al centro di questa ampia piazza è situata la fontana delle Naiadi,Roma - Piazza Esedra realizzata nell'Ottocento in occasione del rifacimento di questa zona della città con l'apertura di Via Nazionale. Da qui lo sguardo può spaziare fino all'Altare della patria, in piazza Venezia.
Roma - Piazza del Quirinale
Su questa magnifica spianata si affaccia il palazzo che dal 1947 è la residenza ufficiale del Presidente della Repubblica, costruito nel 1547 dal Vaticano come dimora di Papi (a partire da Gregorio XIII). Nel corso del tempo l'edificio è stato Roma - Piazza del Quirinale Sottoposto ad una serie di successive modifiche ed abbellimenti ad opera di architetti come il Bernini, Domenico Fontana e Carlo Maderno. Nella piazza si può osservare un suggestivo cambio della guardia e la fontana si può considerare come la felice unione di opere di diversa provenienza: le statue di Castore e Polluce dall'ingresso delle terme di Costantino, l'obelisco dal tempio di Augusto e la vasca, dal foro Romano.
Roma - Piazza Venezia
Alle pendici del Campidoglio, è delimitata dal rinascimentale palazzo omonimo Roma - Campidogliodal cui balcone si affacciò il Duce per la Dichiarazione di Guerra del giugno 1940 (oggi sede di importanti mostre) e dall'Altare della Patria, edificio dalla forma curiosa semicircolare dove soldati delle varie armi montano giorno e notte la guardia alle spoglie del Milite Ignoto.
Roma - Piazza di Spagna
Roma - Piazza di SpagnaLa fontana della Barcaccia (Bernini), la  famosa scalinata che raggiunge la chiesa di Trinità dei Monti (1726, su progetto di Francesco de Sanctis), l'obelisco (proveniente dagli Horti Sallustriani) e la colonna, in marmo cipollino, dell'Immacolata , fanno da cornice alle vie più mondane della capitale: Via Frattina, Via Condotti, via delle Carrozze dove si trovano i negozi più prestigiosi ed il caffé Greco, frequentato da artisti e letterati.
Roma - Piazza del Popolo
Vi si entra attraverso la porta Flaminia, ricostruita nel Cinquecento dal Vignola su progetti in parte di Michelangelo. Lo stemma dei Medici che campeggia nell'arco trionfale testimonia che ilRoma - Piazza del Popolo restauro nella forma attuale è dovuto a Papa Pio IV. Nella piazza si ammira il famoso tridente costituito dalle tre vie, del Corso, del Bauino e di Ripetta Babuino che qui s'immettono. Le due chiese barocche di S. Maria in Montesanto e S. Maria dei Miracoli realizzate dall'architetto Carlo Rainaldi nel 1600 sembrano identiche, ma la prima ha una cupola ovale. Nella chiesa di S. Maria del Popolo si trovano opere del Caravaggio, del Pinturicchio e la cappella Chigi di Raffaello. Al centro della piazza, l'obelisco egizio del IV secolo a.C. proveniente da Heliopolis e trasportato a Roma da Augusto che lo aveva sistemato al Circo Massimo. Alzando gli occhi si vede la terrazza del Pincio.
Roma - San Giovanni in Laterano
Questa è la cattedrale di Roma, fondata da Costantino nel IV secolo. Nella storia fu più volte distrutta e ricostruita. La basilica attuale risale al XII secolo. La facciata fu costruita da Alessandro Galilei celebre architetto nel 1735. In alto sulla balaustra si ergono 15 statue rappresentati il Cristo ed i Dottori della Chiesa. Nel portico di sinistra potete ammirare la Statua di Costantino proveniente dalle Terme Roma - San Giovanni in Laterano Imperiali del Quirinale. Come a San Pietro vi è la Porta Santa, aperta solo negli anni giubilari. L'interno della basilica è lungo 130 metri, alla realizzazione lavorarono importanti architetti fra cui il Borromini. Colpisce particolarmente il soffitto dorato voluto da Pirro Ligorio. La grandissima navata centrale, ha come sfondo l'imponente tabernacolo risalente alla seconda metà del trecento, nel quale si trovano affreschi attribuiti a Barna da Siena. Le reliquie dei resti delle teste di San Pietro e Paolo sono contenute in preziosi contenitori d'argento. Troviamo sotto al tabernacolo l'Altare Papale voluto da Urbano V nel 1367, dove può celebrare la messa solamente il Papa.
Basilica di San Pietro
La Basilica di San Pietro è situata nella Città del Vaticano residenza dei Papi fin dal 1377. La chiesa attuale sorge sulle rovine dell'antica chiesa paleocristiana dedica a Pietro, dove è sistemata la tomba dell'Apostolo. La costruzione della nuova basilica fu decisa da Niccolò V, ma portata avanti dal suo successore Giulio II, nel corso dei 176 anni in cui la fabbrica di Città del Vaticano - Basilica di San Pietro San Pietro era in attività vi lavorarono i più importanti architetti e artisti dell'epoca: Bramante, Rossellino, Antonio da Sangallo il giovane, Raffaello, Michelangelo, Bernini, Borromini, Maderno, Giacomo della Porta, Domenico Fontana, sono solo alcuni dei grandi nomi che lasciarono la loro traccia nel disegno della basilica, all'esterno e all'interno. La cupola visibile chiaramente da molte zone della città, domina il panorama di Roma, disegnata da Michelangelo e completata dal Fontana e dal Della Porta, è una delle costruzioni più famose al mondo. Arrivando a San Pietro dalla Via della Conciliazione si giunge alla piazza disegnata dal Bernini, un complesso sterminato di meravigliose colonne alle quali si uniscono le due fontane (una del Maderno e l'altra di Domenico Fontana) e l'obelisco centrale. Sullo sfondo è visibile la facciata della basilica, disegnata dal Maderno e terminata nel 1614. All'interno del portico, sulla facciata, si aprono 5 porte, la porta che si trova all'estrema destra è la Porta Santa. Questa porta viene ufficialmente aperta dal Papa ogni Giubileo secondo un rito speciale, esattamente nel giorno di Natale. Varcato l'ingresso si è colpiti dalla grandiosità che caratterizza la basilica, andando avanti si scoprono via via i vari tesori lasciati dai grandi architetti che vi hanno lavorato, fino a giungere nella zona corrispondente alla cupola. Lo spazio sotto la cupola è parzialmente occupato dal bellissimo Baldacchino opera del Bernini, la sensazione trovandosi in questo punto della basilica è probabilmente indescrivibile.
Roma - Santa Maria in Trastevere
Santa Maria in Trastevere è la più antica basilica di Roma, è stata fondata nel 221 d. C. da San Callisto e terminata nel 341 d. C. da San Giulio, fu ricostruita Roma - Santa Maria in Trasteverenel XII secolo da Innocenzo II. Interessanti sono la facciata, decorata da splendidi mosaici e affreschi, e il portico eretto da Carlo Fontana nel settecento per Papa Clemente XI. All'interno è possibile ammirare tra le finestre i raffinati mosaici raffiguranti la Vergine del Cavallini. A fianco della facciata si trova il campanile romanico del XII secolo. Antistante alla basilica troviamo l'omonima piazza, punto di riferimento della frenetica vita notturna trasteverina.