PITTart - Pitture e artisti in mostra permanente
Pitture e artisti in mostra permanente


 Home pageHome Page     Notizie d'ArteNotizie Arte     Calendario d'arte - CalendARTECalendario d'Arte - CalendArte    Tutte le iscrizioni a PITTart.comTutte le iscrizioni     Richiedi il tuo sito WebMio Sito Web    L'angolo del critico d'arteL'angolo del critico d'Arte    Incontri con l'arte - interviste agli artistiIncontri con l'Arte    Artisti sezione interattivaArtisti

Siti patrimonio dell'umanità - World Heritage Sites - Italia Australia

I siti proclamati dall'UNESCO Patrimonio dell'umanità (World Heritage Sites) sono i luoghi che rappresentano per l'umanità il maggiore interesse culturale o ambientale.






Per i siti UNESCO patrimonio dell'umanità, l'intera comunità mondiale del genere umano, è chiamata ad un particolare impegno di tutela e conservazione.

I siti "Patrimonio dell'umanità" sono designati dall'UNESCO sulla base di criteri di interesse culturale e ambientale.

Villa Adriana - Sito Patrimonio dell'Umanità Rientrano tra i criteri culturali:
-
i capolavori del genio creativo;
- i monumenti che testimoniano di importanti scambi di conoscenze artistiche, architettoniche, urbanistiche e tecnologiche tra popoli e culture;
- le espressioni di una tradizione culturale, di una civiltà vivente o scomparsa;
- i significativi esempi di una tipologia architettonica o di una conquista ingegneristica o di un intervento sul paesaggio messi a punto in un momento della storia umana;
- gli insediamenti umani o modificazioni del territorio rappresentativi di una cultura, specialmente se a rischio di estinguersi;
- gli edifici o luoghi associati a eventi e a tradizioni vive, a idee, credenze, opere artistiche e letterarie di notevole rilievo;
- i siti della cultura industriale particolarmente significativi nella storia dello sviluppo del sistema produttivo industriale;
- i paesaggi culturali, ovvero le zone in cui l’influenza dell’azione umana sul territorio ha determinato modificazioni permanenti.

Le note del creato - Opera dell'artista Anna Maria Guarnieri Rientrano tra i criteri ambientali:
-
i luoghi esempio di stadi fondamentali della storia della Terra;
- i luoghi esempio di testimonianze di forme di vita passate;
- i luoghi esempio di processi geologici significativi per lo sviluppo morfologico del territorio;
- i luoghi rappresentativi di processi ecologici e biologici di grande rilievo per gli ecosistemi terrestri e acquatici;
- i luoghi rappresentativi di fenomeni naturali particolari;
- gli habitat importanti per la sopravvivenza delle specie locali;
- le aree di eccezionale bellezza naturale. 

Scacco a Roma - Opera dell'artista Anna Maria Guarnieri In Italia sono 41, i siti Patrimonio dell'Umanità, distribuiti in 15 regioni: Piemonte (2), Liguria (2), Lombardia (4), Veneto (4), Friuli Venezia Giulia (1), Emilia Romagna (3), Marche (1), Toscana (6), Umbria (1), Lazio (4), Campania (4), Puglia (2), Basilicata (1), Sicilia (5), Sardegna (1). L'intera lista mondiale comprende 851 siti, di cui 660 culturali, 166 naturali e 25 "misti", distribuiti in 141 Stati. L'Italia con i suoi 41 siti, detiene un assoluto primato mondiale, lo detiene come numero assoluto e come densità dei siti.

Siti Patrimonio Umanità Italia - Australia e Oceania Italia - Australia e Oceania    Siti Patrimonio Umanità EuropaEuropa    Anna Maria Guarnieri - Presentazione e cenni biograficiAfrica    Siti Patrimonio Umanità AsiaAsia 
Siti Patrimonio Umanità America Centrale e MeridionaleAmerica Centrale e Meridionale   Siti Patrimonio Umanità SettentrionaleAmerica Settentrionale

ITALIA

Anno*                   SITO PATRIMONIO DELL’UMANITÀ
1979 Incisioni rupestri della Val Camonica
1980 Chiesa di Santa Maria delle Grazie e Cenacolo Vinciano a Milano
1982 Centro storico di Firenze
1987 Venezia e la laguna
1987 Piazza dei Miracoli a Pisa
1990 Centro storico di San Gimignano
1993 Sassi di Matera
1994 Vicenza e Ville Palladiane
1995 Centro storico di Siena
1995 Centro storico di Napoli
1995 Crespi d'Adda
1995 Ferrara
1996 Castel del Monte
1996 Trulli di Alberobello
1996 Monumenti paleocristiani e mosaici di Ravenna
1996 Centro storico di Pienza
1997 Reggia, parco, acquedotto e complesso di San Leucio a Caserta
1997 Residenze dei Savoia
1997 Orto botanico di Padova
1997 Portovenere, Cinque Terre e isole di Palmaria, Tino e Tinetto
1997 Cattedrale, Torre Civica e Piazza Grande a Modena
1997 Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata
1997 Costiera Amalfitana
1997 Area archeologica di Agrigento
1997 Villa romana del Casale, Piazza Armerina
1997 Su Nuraxi, Barumini
1998 Parco nazionale Cilento e Vallo di Diano, siti archeologici di Paestum e Velia, Certosa di Padula
1998 Centro storico di Urbino
1998 Area archeologica e Basilica romana di Aquileia
1999 Villa Adriana a Tivoli
2000 Isole Eolie
2000 Basilica di San Francesco e luoghi francescani di Assisi
2000 Centro storico di Verona
2001 Villa d'Este, Tivoli
2002 Città barocche della Val di Noto
2003 Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia
2004 Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia
2004 Val d'Orcia
2005 Siracusa e le necropoli rupestri di Pantalica
2006 Le Strade nuove e il sistema dei Palazzi dei Rolli a Genova
  ITALIA - CITTA' DEL VATICANO
1980 Centro storico, beni extraterritoriali della Santa Sede e San Paolo fuori le Mura a Roma

AUSTRALIA E OCEANIA

Anno*                SITO PATRIMONIO DELL’UMANITÀ
  AUSTRALIA
1981 Grande Barriera Corallina
1981 Parco nazionale Kakadu
1981 Regione dei laghi Willandra
1982 Parchi e riserve della Tasmania
1982 Arcipelago Lord Howe
1987 Parco nazionale Uluru-Kata Tjuta
1987 Riserve della foresta pluviale dell'Australia centrorientale
1988 Foreste tropicali del Queensland
1991 Shark Bay
1992 Isola Fraser Island
1994 Siti fossiliferi di Riversleigh e Naracoorte
1997 Isole Heard e McDonald
1997 Isola Macquarie
2000 Aree protette delle Greater Blue Mountains
2003 Parco nazionale Punululu
  ISOLE SALOMONE
1998 East Rennell
  NUOVA ZELANDA
1990 Parco nazionale Tongariro
1990 Te Wahipounamu
1998 Isole subantartiche della Nuova Zelanda

* Per Anno si intende l'anno di proclamazione del sito da parte dell'UNESCO